ARCHITETTURAESTERNIINFO TECNICHE | LEGISLATIVETrasformare il balcone in veranda

18 settembre 20180

La veranda si può definire un locale che contribuisce all’ampliamento della superficie di un immobile, fruibile in modo autonomo e con carattere di stabilità. Il Regolamento Edilizio Unico definisce la VERANDA come “locale o spazio coperto avente le caratteristiche di loggiato, balcone, terrazzo o portico, chiuso sui lati da superfici vetrate con elementi trasparenti e impermeabili parzialmente o totalmente apribili”.

Quando si vuole trasformare il proprio balcone in veranda bisogna fare una distinzione per capire quali sono le autorizzazioni da richiedere.

Nel caso in cui si crea una superficie comunque abitabile, trattandosi di una nuova costruzione a tutti gli effetti, è necessario il Permesso di Costruire (PdC), mentre se si tratta di uno spazio angusto, destinato a coprire una caldaia o la lavatrice o a riporre le scope, si ricade nel caso di edilizia libera.

La recente sentenza 4421/2018 del Tar di Napoli chiarisce le procedure necessarie a seconda di diversi casi escludendo la necessità di richiedere permessi all’assemblea di condominio, dovendo soltanto darne comunicazione all’amministratore, purchè siano rispettati l’aspetto architettonico ed il decoro della facciata e non sia pregiudicata la stabilità dell’edificio.

Per approfondimenti: Biblus-Net, La Legge per Tutti.

suithome

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *